Meta
Around Prince in a Day - THE ITALIAN SOUL
3974
post-template-default,single,single-post,postid-3974,single-format-gallery,ajax_fade,page_not_loaded,,side_menu_slide_from_right,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Around Prince in a Day

Sabato sera al Vinile Dario Serafino & The Italian Soul Band hanno reso omaggio a Prince in occasione di Around Prince in a Day.

Sono quasi due mesi che Prince ci ha lasciati, due mesi durante i quali abbiamo avuto modo di elaborare il lutto (chi più, chi meno), riscoprire la sua lunghissima discografia, perdendoci tra bootleg introvabili, remix rarissimi, edizioni limitate e chi ne ha più ne metta, e pensare a come celebrare degnamente la vita e la carriera musicale di un tale genio musicale. In questo senso, sabato al Vinile c’è stata la prima occasione per rendere omaggio al nostro eroe.

Il Vinile è un locale milanese sito in zona Buenos Aires. Queste parole potrebbero sembrare la descrizione di un qualsiasi locale meneghino, ma chi lo conosce sa che non è questa la realtà: il Vinile è più di un semplice bar/pub/tavola calda. Entrando, la prima cosa che si scorge è una gran quantità di (ovviamente) vinili, regolarmente in vendita, oltre che libri, memorabilia, poster e oggetti vari a profusione. Una gran parte di questi oggetti è dedicata o ha qualche relazione con Prince. Il motivo è presto spiegato: Gianluca Soresi, titolare del locale, è un accanitissimo fan del Folletto di Minneapolis.

Proprio questa sua passione sfrenata, simile in quanto entusiasmo a quella del nostro Dario Serafino, ha fatto sì che The Italian Soul e il Vinile collaborassero alla prima occasione: sabato, infatti, in occasione di Around Prince in a Dayevento interamente dedicato al Purple One organizzato da Gianluca al Vinile, la The Italian Soul Band è stata chiamata per rendere un omaggio musicale al musicista di Minneapolis. E’ stato un successo: la band, composta da Dario Serafino (voce e chitarra), Danilo Mazzone (tastiere), Andrea Caggiari (basso) e Riccardo Bruno (batteria), ha eseguito una scaletta interamente dedicata a Prince, e l’entusiasmo degli accanitissimi fan del folletto seduti (a fatica) ai tavoli del locale è stato palpabile. Un modo degno e festoso di ricordare un musicista che ha influenzato, modellato, ispirato la musica di miriadi di artisti e che, soprattutto, ha cambiato la vita ad alcuni.

Rest in Purple, Prince!

Grazie ad Ivano Cetta per le bellissime foto.

www.ivanocetta.com

 

Michele Capasso
assomiki@gmail.com
No Comments

Post A Comment
Or