Meta
Double Soul - Filippo Perbellini & Sam Lorenzini - THE ITALIAN SOUL
5136
post-template-default,single,single-post,postid-5136,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_menu_slide_from_right,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-child-theme-ver-0.0.1,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
Double Soul

Double Soul

Filippo Perbellini e Sam Lorenzini sono i Double Soul, duo soul/R&B veronese.

Ricordo bene il momento in cui scoprii uno dei protagonisti dell’articolo di oggi. Ero nel pieno del periodo di innamoramento per la musica soul, che corrispondeva con il fiore della mia adolescenza, e in particolare ricordo che ascoltavo “tonnellate” di Stevie Wonder. Un bel giorno capitai su un video che mostrava un giovane cantante e pianista italiano mentre interpretava egregiamente un medley dedicato proprio a Stevie Wonder; quel ragazzo era Filippo Perbellini. Nel video, tra i vari musicisti, appariva anche un bravo chitarrista, Samuele “Sam” Lorenzini, l’altro protagonista dell’articolo odierno. A distanza di sei anni da quel video, Filippo e Samuele mantengono ancora oggi una solida e fiorente collaborazione, che si esplicita nel progetto Double Soul.



Come si può intuire dal nome, il duo ha una vera e propria passione genuina per generi come soul, funk, R&B e simili. Da questa passione nasce l’idea di reinterpretare classici, moderni e non, in chiave acustica e, se volete, più intima, con la voce di Filippo accompagnata solamente dalla chitarra di Samuele e dalle proprie tastiere. Il risultato è una rilettura essenziale, originale e personale dei brani più disparati. Si passa da Can’t Hide Love, classico degli Earth, Wind & Fire, ad Unaware, brano del cantante neo soul Allen Stone; c’è spazio anche per qualcosa di più commerciale come le hit Hello di Adele e Somebody That I Used To Know Gotye, così come per perle meno conosciute quali The Beauty Of Who You Are di Marc Broussard e Keep It Loose, Keep It Tight di Amos Lee. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti, ed è difficile resistere al fascino degli arrangiamenti scarni, ma magnetici di questi due ragazzi veronesi.



Una delle ultime fatiche del duo è questa bella versione di Put Your Records On, successo di Corinne Bailey Rae, ottava di nove sessioni di registrazione realizzate dal duo insieme ad alcuni ospiti (in questo caso la cantante Jade Hoffman Canali). Inoltre, i Double Soul hanno da poco raddoppiato la propria “potenza di fuoco”, aggiungendo Helen Tesfazghi alla voce e Paolo Sessa alle tastiere: nasce così il progetto parallelo Soul 4 Souls. Considerata l’intensa attività sia live che in studio del duo, sarebbe lecito aspettarsi un seguito, nel prossimo futuro, del loro primo album, In Da House, uscito nel 2015, magari con il contributo dei due nuovi membri. Noi ci speriamo; e chissà se potrà essere proprio il nostro blog a svelare qualche novità riguardo a ciò… Nel dubbio, restate sintonizzati!


Michele Capasso
assomiki@gmail.com
No Comments

Post A Comment
Or