Guida ai Festival Estivi 2016 - THE ITALIAN SOUL
4033
post-template-default,single,single-post,postid-4033,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-membership-navigation-over-title,qode-quick-links-1.0,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,overlapping_content,hide_top_bar_on_mobile_header,columns-3,qode-child-theme-ver-0.0.1,qode-theme-ver-16.7,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
festival estivi

Guida ai Festival Estivi 2016

Guida black-oriented ai migliori festival estivi di tutta Europa.

Ogni estate arriva il Momento, puntuale, spietato, letale. Guardi la tua agenda, controlli il portafoglio, senti gli amici per trovare un conforto, un appiglio (o un passaggio…), eppure è difficile mantenere il sangue freddo per una decisione così importante. Provi ad aprire Google Maps per calcolare la rotta più conveniente, il viaggio più breve, ma la quantità di opzioni è così vasta (e soldi e tempo così pochi) che la decisione tarda ad arrivare. E’ per questo che oggi voglio darvi (e darmi) un aiuto per questo momento di sofferenza che so affliggerà parecchi di quelli che leggeranno questo articolo: una breve guida ai migliori festival estivi d’Europa per la black music.

Se provaste a fare una breve ricerca su manifestazioni, festival e concerti vari sul web, scoprireste che la quantità di eventi del genere disponibili anche nel raggio di pochi km è veramente mastodontica. Fortunatamente molti di questi contengono la parolina magica “jazz”, prima o dopo il proprio nome; ciò significa che la maggior parte di essi avrà probabilmente un’impronta black o quanto meno jazz-oriented. Purtroppo il fatto che siano così tanti ci costringe a scremare un’altissima percentuale di eventi;  proveremo perciò a rendervi conto (con un occhio di riguardo per il nostro paese) delle manifestazioni che riteniamo più importanti, qualitativamente ricche e magari anche economicamente sostenibili per chi non ha quei 2000-3000 euro da spendere al mese per girarsi l’Europa a suon di musica.


FRANCIA

I nostri cugini transalpini hanno sempre avuto una predilizione per il jazz e in generale per la tradizione musicale afroamericana. Ciò spiega l’enorme presenza di eventi di stampo black che animano ogni estate la maggior parte delle cittadine francesi, da maggio a settembre. Tra i numerosi festival che si potrebbero raccomandare, ne scegliamo due, quelli secondo noi più suggestivi, sia musicalmente che paeseggisticamente, essendo localizzati in due famosi centri turistici della Costa Azzura, oltre che più comodi, soprattutto per chi vive nel Nord Italia: il Nice Jazz Festival ed il Jazz à Juan. Il primo, che si terrà a Nizza tra il 16 ed il 20 luglio, non delude mai grazie al ricchissimo programma che ogni anno fa gola a tutti gli appassionati. Quest’anno la line-up non è da meno, con nomi quali James Hunter Six (16 luglio), George Clinton, Snarky Puppy, Cory Henry (17 luglio), Laura Mvula (18 luglio) e Scofield/Mehldau/Guillian (20 luglio). Il secondo, evento principe dell’estate di Antibes, inizierà sempre il 16 luglio per finire però quattro giorni dopo il Nice Jazz Festival, esattamente il 24 luglio. Da non perdere le esibizioni di artisti come Earth, Wind & Fire (15 luglio), Vintage Trouble, Buddy Guy (16 luglio), Archie Shepp, Gregory Porter (18 luglio), Diana Krall (20 luglio), Selah Sue, Marcus Miller (21 luglio) e Robin McKelle (23 luglio). E scusate se è poco.

Nice Jazz Festival

  • 16/7: James Hunter Six
  • 17/7: George Clinton, Snarky Puppy, Cory Henry
  • 18/7: Laura Mvula
  • 20/7: Scofield/Mehldau/Guilliana


Jazz à Juan

  • 15/7: Earth, Wind & Fire
  • 16/7: Vintage Trouble, Buddy Guy
  • 18/7: Archie Shepp, Gregory Porter
  • 20/7: Diana Krall
  • 21/7: Selah Sue, Marcus Miller
  • 23/7: Robin McKelle


SVIZZERA

Anche qui sono due le scelte che ci sentiamo di proporvi, due festival per alcuni motivi molto diversi tra loro, ma che comunque non hanno (quasi) mai deluso il proprio pubblico. Uno, come avrete penso capito, è il Montreux Jazz Festival, uno degli eventi più attesi e sentiti di tutta la stagione musicale estiva europea: per due settimane (quest’anno dal 30 giugno al 16 luglio) la cittadina ed il suo lungolago si traformano in una mecca della musica, accogliendo decine di migliaia di persone con tonnellate di note in ogni angolo, strada, piazza. Certo, i prezzi per i concerti principali non sono proprio accessibili, ma il Montreux Jazz Festival è una di quelle esperienze che ogni appassionato di musica, e soprattutto di musica black, dovrebbe fare una volta nella vita. Quest’anno tra le decine di nomi in cartellone potete trovare artisti del calibro di Dj Shadow (1 luglio), Herbie Hancock, Scofield/Mehldau/Guilliana, Al Jarreau (3 luglio), Buddy Guy (4 luglio), Van Morrison, Charles Bradley, Jacob Collier (7 luglio), Vintage Trouble, Jamie Cullum (9 luglio), Mike Stern (11 luglio), Kenny Barron & Dave Holland (12 luglio) e Marcus Miller (14 luglio). E sono solo una minuscola parte. L’altro festival elvetico che vi consigliamo vivamente è il Lugano Estival Jazz, un’altra istituzione musicale estiva che si svolge tradizionalmente nei primi due weekend di luglio, prima a Mendrisio (1-2 luglio) e poi, appunto, a Lugano (7-8-9 luglio). Per chi non la sapesse, L’Estival Jazz è completamente gratis: un motivo in più per andare ad ascoltare i mostri sacri che ogni anno salgono sugli ormai prestigiosi palchi ticinesi. E quest’anno di mostri sacri e bravissimi artisti ce n’è a volontà: Steps Ahead (2 luglio), Avishai Cohen, Lisa Simone, Nik West (7 luglio), Take 6, Mike Stern & Bill Evans e Tony Momrelle (9 luglio) sono nomi che non possono lasciarvi indifferenti.

Montreux Jazz Festival

  • 1/7: Dj Shadow
  • 3/7: Herbie Hancock, Scofield/Mehldau/Guilliana, Al Jarreau
  • 4/7: Buddy Guy
  • 7/7: Van Morrison, Charles Bradley, Jacob Collier
  • 9/7: Vintage Trouble, Jamie Callum
  • 11/7: Mike Stern
  • 12/7: Kenny Barron & Dave Holland
  • 14/7: Marcus Miller


Lugano Estival Jazz

  • 2/7: Steps Ahead
  • 7/7: Avvistai Cohen, Lisa Simone, Nik West
  • 9/7: Take 6, Mike Stern, Tony Momrelle

 

 


OLANDA

Se avete la possibilità di viaggiare e volete fare una full immersion musicale che difficilmente dimenticherete, vi consigliamo di considerare Rotterdam come vostro primo obiettivo. Sì, perché proprio a Rotterdam ogni estate si svolge forse il festival più ricco d’Europa, soprattutto per quanto riguarda la black music: il North Sea Jazz Festival. Da oltre quarant’anni questo mastodontico festival attira i migliori artisti jazz, soul, funk, hip hop, blues, pop di tutto il mondo offrendo al pubblico una tre giorni di musica quasi alienante, tale è la vastità e la qualità della scelta. Vi diamo alcuni delle decine (forse centinaia) di nomi presenti a Rotterdam quest’estate dall’8 al 10 luglio: Diana Krall, Vintage Trouble, Buddy Guy, The Roots, Pharrell, Snarky Puppy, Kamasi Washington, James Blake, The James Hunter Six, Allen Stone, Thundercat, Flying Lotus, Antonio Sanchez, Kandace Springs (8 luglio!), Pat Metheny & Ron Carter, Branford Marsalis Quintet, Charlie Wilson, Miguel, Earth Wind & Fire, Jacob Collier, Hiatus Kaiyote, Donny McCaslin (9 luglio!!), Chick Corea, Pharaoah Sanders, Scofield/Mehldau/Guilliana, Anthony Hamilton, Jill Scott, Gregory Porter, Cory Henry, Esperanza Spalding e Kenny Barron & Dave Holland (10 luglio!!!). State già guardando i voli per l’Olanda?

North Sea Jazz Festival

  • 8/7: Diana Krall, Vintage Trouble, Buddy Guy, The Roots, Pharrell, Snarky Puppy, Kamasi Washington, James Blake, The James Hunter Six, Allen Stone, Thundercats, Flying Lotus, Antonio Sanchez, Kandace Springs
  • 9/7: Pat Metheny & Ron Carter, Branford Marsalis Quintet, Charlie Wilson, Miguel, Earth Wind & Fire, Jacob Collier, Hiatus Kaiyote, Donny McCaslin
  • 10/7: Chic Corea, Pharaoah Sanders, Scofield/Mehldau/Guilliana, Anthony Hamilton, Jill Scott, Gregory Porter, Cory Henry, Esperanza Spalding, Kenny Barron & Dave Holland


INGHILTERRA

Nella nostra guida non poteva mancare la terra d’Albione che, sebbene reduce dallo shock post-Brexit, saprà accogliervi con una vasta scelta di eventi musicali di prim’ordine. Noi, però, ci sentiamo di segnalarvi un festival su tutti. Si tratta di una manifestazione relativamente nuova, essendo stata lanciata appena nel 2013, ma che è subito riuscita a riunire nomi di punta del panorama black mondiale. Il Festival, intitolato Love Supreme come il capolavoro di Coltrane, si terrà dal 1 al 3 luglio nella meravigliosa location di Glynde Place, East Sussex, e vedrà esibirs artisti del calibro di Lianne La Havas, Bernhoft, St. Germain, Scofield/Mehldau/Guilliana, Kandace Springs (2 luglio), Kamasi Washington e Jacob Collier (3 luglio).

Love Supreme Festival

  • 2/7: Lianne La Havas, Bernhoft, St. Germain, Scofield/Mehldau/Guillian, Kandace Springs
  • 3/7: Kamasi Washington, Jacob Collier


ITALIA

Eccoci finalmente arrivati nella nostra amata penisola, che in quanto a festival estivi non è inferiore a nessuno. Un nome su tutti, però, è il caso di farlo subito, un nome che porta lustro alla tradizione musicale italiana in tutto il mondo, avendo attirato nel Belpaese artisti di livello assoluto per più di quarant’anni. Stiamo ovviamente parlando di Umbria Jazz, uno delle più celebri e frequentate manifestazioni musicali estive al mondo. Quest’anno (8-17 luglio) le piazze di Perugia e dintorni saranno invase ancora una volta dalle note dei migliori artisti presenti sulla scena, black e non. Ecco alcuni nomi: Fred Wesley & the JB’s, Joey Alexander, Diana Krall, Ola Onabule, Funk Off, Buddy Guy, Scofield/Mehldau/Guilliana, Kamasi Washington, Pat Metheny & Ron Carter, Jacob Collier, Branford Marsalis, George Clinton, Cory Henry, Marcus Miller, Chick Corea, Stefano Bollani. Niente male, vero? Così come niente male è il prossimo festival, un po’ meno celebre, ma in netta crescita. Dall’Umbria ci spostiamo più a sud, in Puglia, precisamente a Locorotondo, perla della Valle d’Itria, dove si svolge il Locus Festival, una manifestazione relativamente recente (2005) che, crescendo di anno in anno, è riuscita a portare in Italia un mix di nomi estremamente interessante. Quest’anno l’offerta non è da meno: Jacob Collier (16 luglio), Dj Premier & Takuya Kuroda (23 luglio), Snarky Puppy (24 luglio), Jordan Rakei, Andreya Triana (30 luglio) e Kamasi Washington (27 agosto) i principali nomi presenti nel programma. Una vera pacchia per chi deciderà di passare le vacanze estive in Puglia, considerando anche la gratuità dei concerti. Per finire, ci teniamo a segnalare anche il solito Porretta Soul Festival, in programma dal 21 al 24 luglio, il Lucca Summer Festival, che ospiterà Van Morrison, Tom Jones (9 luglio), Marcus Miller (11 luglio), Earth, Wind & Fire, Lionel Richie (12 luglio) ed Esperanza Spalding (13 luglio) e Ritmo In Città, rassegna milanese organizzata da Area M la quale vedrà la partecipazione di Branford Marsalis & Kurt Elling, protagonisti il 13 luglio sul palco allestito nell’Orto Botanico in Città Studi.

Umbria Jazz

  • 8/7: Fred Wesley & The JB’s, Funk Off (entrambe resident bands)
  • 9/7: Joey Alexander Trio (resident band), Ola Onabule, Diana Krall
  • 11/7: Buddy Guy
  • 12/7: Scofield/Mehldau/Guilliana, Kamasi Washington
  • 13/7: Pat Metheny & Ron Carter, Jacob Collier
  • 14/7: Branford Marsalis
  • 15/7: George Clinton, Cory Henry
  • 16/7: Marcus Miller
  • 17/7: Chick Corea, Stefano Bollani


Locus Festival

  • 16/7: Jacob Collier
  • 23/7: Dj Premier & Takuya Kuroda
  • 24/7: Snarky Puppy
  • 30/7: Andreya Triana, Jordan Rakei
  • 27/8: Kamasi Washington


Porretta Soul Festival (21-24 luglio)

Lucca Summer Festival

  • 9/7: Van Morrison, Tom Jones
  • 11/7: Marcus Miller
  • 12/7: Earth Wind & Fire, Lionel Richie
  • 13/7: Esperanza Spalding


Ritmo In Città

  • 13/7: Branford Marsalis

 


Perfetto, ora siete pronti a svuotare il vostro portafoglio per riempire la vostra valigia di vestiti, i vostri occhi di bei posti, la vostra mente di ricordi e soprattutto le vostre orecchie di buona musica. Ovviamente invitiamo tutti voi a segnalarci nei commenti a questo articolo o sui nostri social gli eventi che ritenete degni di nota. Nel frattempo, anche noi cominciamo a pianificare il nostro itinerario Soul… e buona musica!

Michele Capasso
assomiki@gmail.com
No Comments

Post A Comment
Or

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.