La Base - Intervista - THE ITALIAN SOUL
4942
post-template-default,single,single-post,postid-4942,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,overlapping_content,hide_top_bar_on_mobile_header,columns-3,qode-child-theme-ver-0.0.1,qode-theme-ver-16.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

La Base – Intervista

La Base – Intervista

Abbiamo intervistato per voi il collettivo romano La Base.

Questa settimana vi vogliamo trattare bene: oggi infatti ci spostiamo a Roma per raccontarvi la storia e la musica del collettivo hip hop/neo soul La Base (di cui abbiamo parlato qualche settimana fa sul nostro blog) e del suo nuovo, omonimo, EP, uscito lo scorso 10 di febbraio. Ma andiamo con ordine.

La Base è una band composta da ben otto elementi: Massimo Cantisani (ex concorrente di The Voice) e Kenzie alla voce, Francesco Fioravanti alla chitarra, Benjamin Ventura alle tastiere, Guerino Rondolone e Dario Giacovelli che si alternano al basso e Davide Savarese alla batteria, oltre a due coriste (Tahnee ed Elisabetta) che talvolta accompagnano i live della band. Tutto inizia due anni fa, quando alcuni membri della band realizzano le strumentali dei pezzi che poi verranno portati dal vivo. A questa fase seguono diversi mesi di duro lavoro volti a dare una forma ai brani, a formare una fanbase e a preparare i concerti.

A maggio esce il primo singolo de La Base, Resti Qui, ma bisognerà aspettare ancora qualche mese per avere qualcosa di più sostanzioso dalla band. Si arriva così al 1 febbraio di quest’anno, quando il collettivo si riaffaccia sul mercato discografico con un altro singolo, Il Senso, seguito immediatamente dall’uscita dell’EP il 10 febbraio. Sei tracce di puro hip hop e neo soul ben fatto e ben suonato, con chiari riferimenti a mostri sacri come D’Angelo, J Dilla, Kendrick Lamar, Robert Glasper o The Roots. Noi non abbiamo perso tempo e abbiamo contattato la band per un’intervista sul loro passato, presente e futuro. Buona lettura!


TIS: “Ciao ragazzi! Benvenuti sul nostro blog. Recentemente è uscito il vostro primo EP: raccontateci un po’ come è nato questo vostro primo progetto discografico”.

La Base:Ciao e grazie mille a voi per averci invitato! Il nostro Ep ‘La Base’ è uscito il 10 febbraio: abbiamo cominciato a lavorarci circa due anni fa quando Francesco, il chitarrista, ha composto e arrangiato le strumentali e, insieme, le abbiamo registrate. Dopo di che sono stati contattati Massimo, col quale suonavamo assieme soul tradizionale, e Kenzie, amico di vecchia data di Francesco, che hanno scritto tutte le parti vocali, le melodie, i testi e le parti rappate”.

TIS: “Facendo un passo indietro, raccontateci come, quando e perché è nata La Base, e per quale motivo avete scelto questo nome per il gruppo”.

La Base: “Il gruppo nasce in concomitanza con l’inizio delle registrazioni per L’EP: ci siamo conosciuti quasi per caso, in giro per le jam di Roma, accomunati dalla passione per lo stesso tipo di musica. Non è stato facile trovare un nome e ci sono centinaia di messaggi su Whatsapp che possono testimoniarlo! La Base costituisce sia il punto di partenza – che metaforicamente rappresenta l’inizio del nostro percorso musicale assieme- sia il luogo dove si fa puntualmente ritorno e ci si riunisce: nel nostro caso la black music. Ci è sembrato perfetto per rappresentarci”.

TIS: “Quali sono gli artisti/band che più vi hanno influenzato?”

La Base: “In ordine rigorosamente sparso: Al Green, Marvin Gaye, Curtis Mayfield, D’Angelo, Erykah Badu, J Dilla, Common, Nas, Dj Premiere, The Roots, Neffa, Tormento”.

TIS: “Quali sono gli artisti/band che attualmente apprezzate di più?”

La Base: “Anche in questo caso, in ordine sparso: Anderson .Paak, Kendrick Lamar, Hiatus Kayote, Akua Naru, NoName, Joey Badass, Robert Glasper, Jose James”.

TIS: “Per finire, raccontateci dei vostri obiettivi/progetti futuri”.

La Base: “L’obiettivo principale, al momento, è sicuramente quello di far conoscere il più possibile la nostra musica: stiamo a lavorando ad alcune date di presentazione live dell’EP e speriamo che diventino sempre più. Per quanto riguarda i progetti futuri: stiamo già pensando al disco successivo!”

Michele Capasso
assomiki@gmail.com
No Comments

Post A Comment
Or

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.