Meta
Prince - I Would Die For You - THE ITALIAN SOUL
4892
post-template-default,single,single-post,postid-4892,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_menu_slide_from_right,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-child-theme-ver-0.0.1,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Prince – I Would Die For You

Prince – I Would Die For You

Prince, l’eroe.

Un anno fa è successo qualcosa che nessuno di noi si sarebbe aspettato, qualcosa che nessuno di noi si immaginava e sapeva minimamente che tipo di reazione potesse causarci. Il 21 Aprile del 2016, Prince Roger Nelson muore a Paisley Park, nella sua residenza a Minneapolis. Non abbiamo parlato in quei giorni dal blog perché ci sono mancate le parole, ci è mancato il fiato ed il terreno sotto i piedi.
Un fenomeno inusuale che è stato riportato da parecchi magazine, la sua scomparsa è stata vissuta e paragonata alla perdita di un proprio caro. Ed è così che me la sono vissuta io.

Molti sanno che Prince è stato ed è tutt’ora il mio eroe, dico eroe, e non genio, come molti si ostinano a definirlo. Un eroe ti salva la vita, diventa un tuo riferimento, il tuo esempio. Un genio invece esce da una lampada se la strofini, fa comparire e scomparire le cose o al massimo ti pulisce i pavimenti, nient’altro.
Un eroe… non ci sono altre parole. E lo è stato per tanti: ogni giorno scopro di persone, famose e non, che sono state salvate dalla sua musica, dal suo modo di essere. Un uomo, un artista, il più eclettico che esista, non per le masse comuni ma per quelle non comuni, apprezzato e stimato da chi riusciva a capire le grandiosità dell’artista che era. Non ha creato un genere ma ha creato uno style che non era uno stile specifico o particolare, bensì un modo d’essere che fondesse tutti i generi musicali esaltandoli allo stesso tempo, riuscendo a passare da uno all’atro senza perdere mai la sua identità.

Quando diventi seguace di Prince è come se finissi in un’altra dimensione. La quantità spropositata di materiale discografico che ha pubblicato per vie ufficiali e non è immenso. Un artista che ad ogni concerto ufficiale fa seguire un after show dove dà libero sfogo a tutta la sua conoscenza musicale suonando brani di ogni genere. Tramite lui sono arrivato a conoscere le radici della musica e musicisti a me sconosciuti.

Oggi mi ritrovo a emozionarmi ancora come un anno fa al pensiero della sua scomparsa, ma grazie a ciò che ci ha lasciato Prince non morirà mai.

Dario Serafino
me@darioserafino.com
No Comments

Post A Comment
Or