Meta
Amorphous - Fat Joe

Amorphous: i mash up virali entrano in classifica

Lui si chiama Amorphous, ha 23 anni ed è un genio che arriva da Philadelphia. Il padre ha vissuto la musica black degli anni 60 e suo fratello maggiore suonava alla noia i dischi di Aaliyah, Beyoncé, LL Cool J e TLC.

Amorphous è ovviamente il nome d’arte. 

Lui si chiama Jimir Reece Davis, ha 23 anni ed è un genio che arriva da Philadelphia.
Il padre ha vissuto la musica black degli anni 60 e suo fratello maggiore suonava alla noia i dischi di Aaliyah, Beyoncé, LL Cool J e TLC.

Con questa colonna sonora, Amorphous è cresciuto e ha iniziato a frequentare una scuola per videomaker.
Il percorso di studi comprendeva la realizzazione di un lavoro inedito e Jimir Reece ha deciso di presentare un documentario su Aaliyah.

Seguito da quello su Rihanna

Durante le vacanze estive si diverte nella sua cameretta a sistemare qualcuna delle sue canzoni preferite facendole diventare altro, dando a quelle canzoni un vestito completamente nuovo e pubblicandole su YouTube.

Iperattivo, nel frattempo crea anche una serie di trailer (alcuni su commissione, questo è il suo primo vero lavoro) e nel 2018 con sua massima sorpresa si accorge che Beyoncé pubblica un video delle prove del tour OTR II dove ci sono alcuni pezzi dei suoi mash-up.

Le sorprese non sono finite: quando esce A Muse In Her Feelings di dvsn il suo nome compare fra i crediti alla produzione per Between Us, la traccia con Snoh Aalegra.

A Jimir tutto questo ovviamente non sembra vero. E’ il più stupito di tutti, lo si evince dal suo account twitter dal quale non lesina mai un incoraggiamento, un ringraziamento o un saluto.
Certo, questa storia è anche piena di account sospesi, di avvisi per infrazione di copyright, di lettere di diffida.
Fino a un certo punto.
Fino a quando Amorphous decide di pubblicare un mashup fra Work di Rihanna e Rock The Boat di Aalyiah.
Da lì il contenuto viene condiviso da personaggi illustri, arriva il supporto di Missy Elliott, quello della stessa Rihanna e allora Jimir Reece inizia a crederci sul serio.
Ma ci arriviamo tra poco.

“I mashup migliori che ho fatto mi sono venuti in mente di getto. Molto spesso canto una canzone che mi piace un sacco e penso a cosa potrebbe essere unita. Come quella volta, la mattina del giorno del Ringraziamento quando mi sono svegliato con in mente Kiss It Better di Rihanna e Never Too Much di Luther Vandross. Ricordo di aver sognato di essere con mio padre che è un fan sfegatato di Luther Vandross e suonava i suoi dischi quando uscivamo in barca ed io ero davvero piccolo. Nel sogno c’era quindi Luther Vandross che suonava e io ci ho sentito sopra Rihanna. In effetti quella chitarra non avrebbe mai funzionato su Never Too Much ma decisi di mettermi al mixer e vedere cosa ne sarebbe uscito perché adoro mettere insieme musica di generazioni diverse.”

Uno degli ultimi è stato quello con Between Us di dvsn.
La situazione è abbastanza drammatica, perché Jimir Reece è squattrinato, non sta riuscendo a trovare un lavoro e i tempi sono durissimi per chi lavora nell’intrattenimento a causa della pandemia. Non si batte un chiodo.
Però sente quel pezzo, sente che su quel pezzo lui ci vedrebbe bene Usher e in particolare Nice And Slow.
Accende il computer, ci lavora sopra e lo posta su Instagram.
Tempo cinque minuti ed è Ninteen85 (il produttore di dvsn) a contattarlo.
Amorphous pensa di essere completamente rovinato, ora lo segnalerà alla Polizia, gli dirà di togliere immediatamente tutto e lo denuncerà.
Un produttore che ha vinto dei Grammy non messaggerebbe un ragazzo per altro se non per dirgli di smettere di giocare con il fuoco.
E invece Ninteen85 lo voleva contattare perché Daley, la voce di dvsn, gli aveva mandato immediatamente il link a quel post e voleva fargli sapere che avrebbe tanto voluto fare in modo che quell’idea finisse sull’album.
Ma non contattando soltanto Usher (ovvio, per espletare tutte le pratiche che riguardano lo sfruttamento dei campioni), volendo proprio Jimir Reece a bordo in sala di produzione.
Per questa traccia:

 

Intanto le cose si fanno interessanti. Il mashup di Rihanna e Luther Vandross viene suonato da LL Cool J, Mc Hammer si è speso con entusiasmo per il mashup così come Earth, Wind & Fire hanno supportato la cosa.
E Amorphous continua con I suoi esperimenti (e sul suo canale YouTube ce ne sono moltissimi raccolti, tutti da ascoltare).
Poi si sa, la tecnologia è a volte crudele e un MacBook si distrugge, ti pianta in asso. E tu non hai a disposizione i soldi per comprarne un altro.
Ma intanto su Twitter sei bombardato da persone che chiedono quale sarà il prossimo mash up, che fanno il tifo per te.
E tu vai nello sconforto.
A quel punto prendi il tuo telefono e registri un video messaggio. Semplicemente chiarendo la situazione.
Di certo non pensi che Oprah Winfrey ti risponda.
Ancora meno che ti mandi un MacBook nuovo.
Ancora meno che lo faccia sul serio.

E in un altro giorno del Ringraziamento allora Amorphous, per ringraziare tutti del supporto, si mette a fare una diretta Instagram di un suo DJ Set. Che va avanti per tre ore, che viene vista da migliaia di persone.

Passano un paio di mesi.
Il telefono di Amorphous suona.
Dall’altra parte c’è Dj Khaled che gli dice che ha sentito Fat Joe e che hanno in mente una cosa.
Dice che gli sta per mandare il biglietto per raggiungerli e gli chiede di portare il computer.

Immagino sia andata più o meno così:

DJ KHALED: “Ciao Jimir Reece, siediti pure”

AMORPHOUS: “…”

FAT JOE: “Ciao, senti io ho qui alcune barre e questi due fogli che dovresti vedere”.

Fat Joe gli passa i fogli che sono firmati dal management di Rihanna e dalla Luther Vandross Estate. Più o meno lì sopra c’è scritto che Jimir Reece può usare le porzioni di quei pezzi per una sua produzione.

AMORPHOUS: “…”

Dj Khaled a quel punto preme Play sul suo computer e parte il mash up di Kiss It Better con Never Too Much. E Fat Joe ci ha messo sopra le barre.

DJ KHALED: “Beh, che ne pensi?”

Amorphous non è nemmeno più in questa dimensione. Non ci crede, è pazzo di gioia.
E ancora non sa che la giornata è appena iniziata e che finirà soltanto dopo che saranno terminate le riprese per il video, di Sunshine, che è questo qui:

 

Nel frattempo, mentre a Washington ci sono i festeggiamenti per l’insediamento del Presidente Joe Biden, anche Dj Nice fa la sua diretta Instagram per partecipare alla festa. E per la prima volta il mondo entra in contatto con Sunshine.

Fabio Negri
hello@fabionegri.com

Il battesimo con la musica all’età di 6 anni grazie a Fabrizio, il cugino che lo guida in un mondo fino ad allora frequentato, ma in maniera superficiale. Da allora non si è più ripreso. A casa, nello scaffale di mamma, c’era un disco, ‘Pain In My Heart’ di Otis Redding. Che ancora oggi conserva gelosamente. In radio dal 1985, nelle realtà locali, poi a scrivere su riviste musicali e portali internet e alla fine di nuovo in radio su Radio Milano International. Lavora con la sua passione del digitale e della comunicazione, ma ascolta ancora la musica su vinile. Sempre con lo sguardo su quello che succederà domani, la curiosità innata per le nuove tendenze e la passione di scoprire suoni nuovi e nuovi artisti. E il vizio di voler condividere le scoperte con gli altri.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.