Meta
Fuck Yo Feelings - Robert Glasper

Fuck Yo Feelings – Il Vinile – Robert Glasper

È nei negozi il vinile “Fuck Yo Fellings” di Robert Glasper

Texano di Houston, classe 1978, Robert Glasper è uno dei musicisti più versatili degli ultimi anni. Di formazione jazz, sin dagli inizi del decennio scorso si è lanciato con ottimi risultati in un neo-soul di grande impatto, un trait d’union tra le sue radici e i beat contemporanei dell’hip-hop. “Fuck Yo Feelings”(un titolo che è tutto un programma) è la sua ultima fatica discografica uscita in formato digitale a Ottobre dello scorso anno e da poco disponibile anche in formato fisico (cd e vinile). Spesso chi viene dal jazz e successivamente vira su territori neo-soul e hip-hop non è immune alle critiche dei puristi e con questo nuovo lavoro Robert Glasper (già a partire dal titolo) sembra voler loro rispondere di infischiarsene di ciò che pensano e di voler continuare per la sua strada sperimentando in grande libertà. E qui lo fa alla grande invitando un nutrito numero di voci e rapper della scena underground con l’aggiunta anche di un collaudato Bilal e di un’istituzione come Herbie Hancock, artista al quale il pianista texano deve molto. Il lavoro è il frutto di 2 giorni di registrazione agli Henson Studios di Hollywood ed è uscito per l’etichetta Loma Vista Recordings.

 

In 19 tracce rarefatte Glasper dà vita alla sua tavolozza sonora prendendosi il gusto di osare e stupire l’ascoltatore. Forte della batteria granitica di Chris Dave e del basso di Derrick Hodge, “Fuck Yo Feelings” si avvale di brani come la title-track, affidata alla seducente voce di Yebba, e “Let Me In”, con il prezioso contributo di Mick Jenkins, ora agguerrito, ora introspettivo. Non mancano strumentali dalle intricate trame come “In Case You Forgot” e “Indulging In Such”, che potrebbero fare la gioia dei puristi. Herbie Hancock fa la sua parte del leone in  “Trade In Bars Yo” e “Gone”(arricchita anche dalle presenze di Yen Cordae e Bilal), ma ci pensano brani come “Endagered Black Woman”(con Andra Day e Staceyann Chin) e “Expectations” a dare maggior ritmo al lavoro. In  quest’ultimo pezzo infatti troviamo, oltre alla talentuosa giovane rapper Rapsody,  Baby Rose e James Poyser, brillante tastierista di una certa importanza nel neo-soul e già a fianco di nomi come D’Angelo, Erykah Badu e The Roots. Imperdibili anche la tenebrosa “All I Do” e “Treal, impreziosita dalle efficaci rime di Yasiin Bey, un tempo chiamato Mos Def. “Fuck Yo Feelings” è un album eterogeneo ed eccentrico, ricco di ottime collaborazioni e con una scaletta compatta .

 

Le frequenti variazioni ritmico/sonore forse lo rendono ostico al primo impatto, ma con diversi ascolti supplementari riesce a insediarsi nell’orecchio del fruitore più educato e attento ed è possibile cogliere varie sfumature ascolto dopo ascolto. Sin dai tempi dei 2 “Black Radio”, realizzati con i suoi Experiment, Robert Glasper ha sempre mostrato una coerenza artistica notevole, rinnovandosi ed essendo capace di confrontarsi con nomi di punta dell’hip-hop e del contemporary R&B senza per questo snaturarsi, portando nella musica urban contemporanea tutta la sua esperienza maturata dai primi lavori di stampo più jazzistico incisi con la Blue Note, alla quale deve il suo successo. “Fuck Yo Feelings” è quindi la risposta che spetta ai dettratori più scettici e conservatori e aggiunge un nuovo tassello alla carriera di Robert Glasper, musicista poliedrico, ispirato e sempre aperto al nuovo. Cheers!!

Francesco Favano

The Italian Soul TEAM
Info@theitaliansoul.com
No Comments

Post A Comment