fbpx
India.Arie - Worthy

INDIA.ARIE RITORNA CON “WORTHY”

“Everyone of us is worthy” il nuovo mantra di India.Arie.

È uscito il 15 febbraio “Worthy”, il nuovo album di India.Arie. Era il 2001 quando India Simpson, aka India.Arie, faceva il suo ingresso nel mondo delle sette note con il sorprendente debutto “Acoustic Soul”. Peculiarità  della sua musica è una predilezione per un sound che sia acustico ma che, allo stesso tempo, non disdegni contemporanei beat urban, con voce e chitarra in primo piano; il tutto senza risultare patinato e soprattutto con tanta sobrietà e un songwriting incisivo che racconta tematiche come amore, gioia di vivere e storie del quotidiano.
India, sin da bambina, respira musica grazie alla madre cantante e che ha lavorato per la Motown a fianco di colossi come Stevie Wonder, Marvin Gaye, Diana Ross e Jackson 5.

Con questo nuovo lavoro intitolato “Worthy”, uscito il 15 Febbraio, troviamo India più ispirata che mai e con tante cose interessanti  da dire. Qua e là emerge una certa vena positiva e una certa attenzione alle problematiche sociali, menzionando nei suoi testi grandi nomi come Rosa Parks, Martin Luther King e Bob Marley. “Everyone of us is worthy” è il mantra di questo disco: ognuno di noi ha delle qualità positive, e questa frase viene ripetuta nei 3 interludi presenti nel disco.
L’album contiene 16 brani che sono dei veri e propri inni alla positività, nonostante in alcuni momenti la cantante di Denver si approcci al soul electro e d’atmosfera che va oggi per la maggiore (episodi ben riusciti, tra l’altro) ma il meglio viene da pezzi in cui la chitarra e l’organo sono presenti: il suo stile è ormai collaudato.

 

Basta ascoltare canzoni come “Steady Love”, “Rollercoaster” e “In Good Trouble” per rimanerne deliziati! Tutti questi pezzi sono caratterizzati da arrangiamenti impeccabili e mai ridondanti, e non è sono da meno la gioiosa “That Magic”.
“Prayer for Humanity” invece è uno dei brani più conscious del disco, con un messaggio carico di speranza. “Scared Space” si fa apprezzare per il suo mood intimistico, solo chitarra e voce, quasi come se fosse una demo dello stesso brano.
Il lavoro è interamente dedicato al suo storico collaboratore Blue Miller, deceduto lo scorso 11 Agosto 2018 per un aneurisma cerebrale. I fan della prima ora di India.Arie non resteranno delusi da questo suo ritorno, una vera prova di come oggi ci sia sempre più bisogno di rispondere con positività ai problemi attuali del mondo attraverso la buona musica.

Francesco Favano

The Italian Soul TEAM
Info@theitaliansoul.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.