fbpx
Meta
crocifissione nipsey hussle

LA CROCIFISSIONE DEL RAP – TALKING PETERCAT

Come la crocifissione del rap porterà alla resurrezione di un popolo.

“Yellow tape a nigga, he grew up to hate a nigga
Nothin’ major, nigga, just a demonstration, nigga
Within the matrix, nigga, I drew illustrations with him
Words, that is, for sure, that is […]“

_Nipsey Hussle

31 marzo, California.

Ennesima sparatoria fra negri di varie gang. Perde la vita uno di loro, un rapper. Sicuramente per debiti tra droghe e altre attività criminali. Un altro cadavere in un sacco nero, domani un altro diventerà famoso al posto suo.
R.I.P.

Questo è sicuramente uno dei discorsi che potreste aver sentito o letto in giro, dopo l’assassinio di Nipsey Hussle. Mentre la realtà è completamente un’altra. Nessun’arma, nessuna droga in ballo. Nessuna gang, nessuna malattia mentale, nessuna dipendenza. Il ragazzo, rapper, imprenditore, è stato assassinato, all’età di trentatré anni.

Ho sempre reputato Nipsey come uno dei migliori della nostra generazione per i suoi messaggi e l’impatto che ha avuto sulla sua gente. E quando dico la “sua gente” non intendo i suoi fan, ma molto di più:
Non solo aveva fondato la sua etichetta indipendente “All Money In No Money Out”, ma aveva anche un negozio di Abbagliamento nel suo quartiere nativo, Crenshaw. In realtà possedeva tutto il quartiere, comprando immobili, mettendo su attività per dare un posto di lavoro a tantissime persone.

Ma non è questo di cui voglio parlare. Mi piacerebbe spiegare quanto può essere pericolosa l’esposizione, quando si è rilevanti.
Oltre ad essere un afro americano di successo proveniente da un quartiere povero e disagiato, dedicò la sua intera vita a dare consigli e nozioni per non mollare, per raggiungere il proprio obbiettivo, con continua dedizione ed ambizione, duro lavoro e grande fiducia in sé stessi. Questo però, per chi già conosceva il rapper, non è niente di nuovo. C’è da dire però che dopo essersi accorto che molto persone si stavano impegnando a crescere e stabilizzarsi economicamente, iniziò un nuovo percorso, quello di diffondere, sempre fra la sua gente, più consapevolezza sulla salute e l’alimentazione.

 

 

L’intera comunità Hip hop (e non solo) è addolorata dalla perdita di Nipsey Hussle, al secolo noto come Ermias Esghedom. Siamo tutti in lutto ancora, il mondo intero lo è. E non si tratta di un individuo morto, ma molto di più. Si sta parlando della scomparsa di un leader, di un “sindaco”, un messaggero, un profeta.
Siamo tutti tristi, arrabbiati, amareggiati, scoraggiati dall’ennesimo tentativo di abbattere ciò che il rap è diventato. Ci sentiamo così perché siamo coscienti di quello che sta succedendo, ed è sempre successo. Quando il rap prese il sopravvento iniziando a fare tutti i più grandi soldi del business della musica, allora misero in scena la guerra tra West Coast e East Coast.
Infatti, si stava respirando da troppo tempo un’aria di positività e unione collettiva. Serviva inscenare una  sparatoria per azzerare i progressi fatti. Ma il bello di tutto questo, è che nessuno si è bevuto questo teatrino.

“They killed Dr Sebi he was teaching health.
I fuck with Rick Ross cause he’s teaching wealth“

L’ultima cosa che sappiamo del rapper Nipsey Hussle è che stava lavorando al documentario sul Dottor Sebi, un medico alternativo che ha curato delle gravi malattie naturalmente e che è stato assassinato.
Vi ricordate le TLC? una dei membri, Left Eye, all’anagrafe Lisa Lopez, fu una paziente del Dr Sebi stesso, fu uccisa poco tempo dopo una rassegna stampa dove dichiarava di esser guarita e di stare bene, grazie alle cure del Dr. Sebi.
Non è sicuramente un articolo su complotti vari, ma è semplicemente una lettera a voi, che parla di come il  rap sia diventata la mia unica religione e quella di tante altre persone. E come in ogni religione, c’è chi è qua, sulla terra, alla ricerca di un pezzo di attenzione, giusto il tempo di portare il proprio messaggio, in cambio della propria vita.

Mentre il rap continua a crescere e maturare sempre di più, fuori continueranno a dire che è la musica dei gangster e degli scappati di casa, puntando il dito, ma ho la sensazione che questa volta sarà diverso.
Sento che questo accaduto abbia acceso una piccola fiamma in molte persone. Che se così dovesse essere, la crocifissione di un profeta, porterà alla resurrezione dei seguaci.
Neighborhood Nip, è stato assassinato di fronte al suo negozio, dove stava tutti i giorni.
Slauson boy morto a Slauson, in calzini e ciabatte, con un proiettile in testa.

GOD WILL RISE

Idriss Hannour

ACQUISTA VOCI NEL PETERCAT
Il nuovo libro di Idriss Hannour

 

 

 

 

 

 

 

Idriss Hannour
tipi.contact@icloud.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.