fbpx
Meta
Lynden David Hall

Lynden David Hall

La storia di Lynden David Hall, un eroe romantico e sfortunato del neo soul.

Capita spesso che gli incontri apparentemente “casuali” risultino non esserlo. Perchè hanno un messaggio da dare, un storia da raccontare. L’incontro con Lynden David Hall è uno di questi. Una storia che colpisce per due fattori: talento e sorte. Lynden aveva tutti i numeri per diventare una STAR dell’R&B britannico, le aspettative dei media erano alte, considerato il suo talento ed il suo fascino. Le cose andarono solo parzialmente come sperato. 

Lynden nasce nel 1974 in un distretto della Londra a sud del Tamigi. Vive un’ infanzia difficile che inevitabilmente lo porta ad attraversare un’ adolescenza fatta di ribellione. A 5 anni i genitori si separano e Lynden perde i contatti con il padre. A 14 anni viene espulso da scuola per una rissa. “Mi sentivo perso. L’unica cosa che c’era da fare,- dice Lynden, – era vagare per le strade. Non c’era nessun posto dove andare per incanalare tutto quello che avevo vissuto. Ma appena mi sono seduto lì e ho iniziato a sperimentare, la musica è entrata in me ”.

A 16 anni Lynden entra alla British School of Performing Arts di Croydon e un paio di anni dopo aver finito la scuola, nel 1996, viene notato dal DJ Trevor Nelson, che non esita a metterlo sotto contratto con la Cooltempo Records. Nel 1997, infatti, Lynden pubblica il suo primo LP, “Medicine For My Pain”, opera che lo consacra nell’olimpo del british soul.
L’album ottiene un grande successo sia di critica che di pubblico vincendo diversi premi musicali, tra cui Miglior Esordiente Mobo nel 1998, e Miglior Artista maschile ai Brit Awards 1999 .

Lynden non è il classico artista R&B dai suoni patinati e dall’ostentato machismo. Benchè le liriche dell’album siano comunque inerenti a sesso ed amore, come spesso avviene nella musica soul, il nostro è in grado di trattarle con uno stile profondamente spirituale, che si sposa perfettamente con gli elegantissimi arrangiamenti che le accompagnano. Ne risulta quindi un disco di eccezionale fattura, un “must-have” per ogni amante della musica soul: piccoli capolavori come “Do I Qualify?”, “Yellow & Blue” e “Sexy Cinderella” non lasceranno indifferenti gli ascoltatori. I 2 dischi successivi ribadiscono il talento cristallino di questo artista, senza però raggiungere le vette del primo LP.  Nel 2000 Lynden pubblica il secondo album, “The Other Side”, ancora con la Cooltempo Records che, visti i risultati, non gli rinnova il contratto.


Nell’ottobre del 2003 Hall viene a sapere di essere affetto da una rara forma di tumore maligno, il linfoma di Hodgkins.
Ma lui fino in fondo combatte e pubblica il terzo album, “In Between Jobs” con Random Records. Nonostante i tentativi di cura, i trapianti e le numerose terapie, il 14 febbraio del 2006 Lynden viene a mancare, e con lui se ne va un pezzo importante del british soul.
Noi vogliamo tenerne vivo il talento, anche se è legato a una sorte amara, ricordandolo a chi già lo conosce e facendolo scoprire a chi non lo ha mai ascoltato.

Michele Capasso
assomiki@gmail.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.