Meta
Music Lockdown - La musica Non Si Ferma

Music lockdown: la musica non si ferma!

Che mondo sarebbe senza musica?
Music lockdown: parte la rubrica dedicata a chi ha reagito all’isolamento creando musica a distanza.

Sono ormai quasi 2 mesi che l’emergenza più importante dal nostro dopoguerra ci ha dato una battuta d’arresto, in Italia come nel resto del mondo. Nel nostro paese siamo stati costretti a rimanere in casa per evitare i focolai del contagio e questo “isolamento sociale”, che inizialmente ci ha spaventato molto, ha cominciato lentamente a darci nuovi spunti su come continuare la nostra vita anche “a distanza”.  Per non fermare completamente l’ingranaggio il mondo del lavoro sta scoprendo (e per alcuni versi finalmente) la DIGITALIZZAZIONE grazie al telelavoro, mentre per i servizi primari INTERNET e l’e-commerce la fanno da padroni: app evita code e spesa online sono le armi essenziali per la sopravvivenza urbana. I negozi tradizionali, dal loro canto, si preparano alla “svolta online” che molti esercenti, ancora oggi, cercavano di posticipare il più possibile.

E gli artisti? Loro, come tanti altri che hanno mansioni ritenute “non necessarie”, sono tra le persone più colpite da questa emergenza per quanto riguarda il loro lavoro, soprattutto in ambito di spettacoli dal vivo dal teatro alla musica live.

Da qui parte il nostro pensiero: avete mai immaginato un mondo senza musica? Sarebbe una catastrofe. È impensabile vero? Pensateci: senza la musica non esisterebbe la danza, i film non avrebbero una colonna sonora, non esisterebbe l’opera…
Ma la musica ESISTE e ha una sua forma: ci aiuta a sentirci parte di qualcosa, ci fa sentire vivi, ci evoca emozioni, crea connessioni a livello umano.

La musica non l’ha fermata nemmeno questo lockdown: anzi!
Sembra che l’isolamento stia dando i suoi frutti in maniera positiva e si vedono ogni giorno sui canali social gruppi di musicisti, performer e attori ritrovarsi in rete per costruire nuovi spettacoli o creare nuova musica. 

Internet in questo senso dà molte possibilità per realizzare musica anche con il deficit della distanza fisica: grazie a piattaforme di conference call come Zoom o GoToMeeting i docenti di musica possono fare lezione a distanza; per chi vuole suonare in simultanea con la sua band ci sono app come VST Connect Performer o software online come Jamkazam; per collaborare, infine, con idee musicali differenti su uno stesso progetto c’è Soundtrap, un app online facile e immediata.

In questi giorni ci sono arrivate moltissime proposte di artisti che si sono uniti e hanno prodotto musica da remoto, ognuno da casa propria, video-registrandosi per poi creare un’unica performance.

Noi di The Italian Soul abbiamo pensato di dedicare loro una rassegna chiamata “Music Lockdown: la musica non si ferma.” e dare spazio alle iniziative più interessanti, cercando nel nostro piccolo di contribuire a dare un vero valore alla musica e agli artisti che ci sono dietro.

Segnalaci la tua proposta, compatibilmente allo stile musicale del blog, commentando questo articolo, contattaci dal nostro form in home page o dalla nostra pagina Facebook. Da domani pubblicheremo un articolo per ogni proposta: Stay Tuned!

 

 

Easy Solutions WP Banner

Diego Mariani
diegomariani82@gmail.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.