Meta
SirJo Cocchi - The Italian Soul

SirJo Cocchi – The Songbook Chronicles

The Songbook Chronicles è il nuovo progetto musicale solista del produttore, tastierista e cantante milanese SirJo Cocchi.

The Songbook Chronicles è un progetto concept con cui SirJo Cocchi pubblicherà una canzone ogni sei settimane: dopo una serie di quattro canzoni uscirà un Ep tematico che le racchiude e che includerà versioni alternative. Verrano pubblicati sei EP, con un EP Intro ed un EP Outro oltre ai quattro EP tematici: questo Intro EP è una presentazione del progetto in cui i quattro brani coprono i quattro temi del concept, che sono Loving (Amore), Connecting (Connessione), Transmutation (Trasmutazione) e Awakening (Risveglio).

Questo lavoro é il risultato di diverse sessioni di registrazione iniziate a Giugno 2016 e proseguite fino al Giugno 2018, in cui SirJo ed il suo gruppo hanno registrato ben 88 pezzi (molte dei quali giá completi, altri tutt’ora in fase di rielaborazione o rifinitura). Come molti autori sanno, tenere troppo nel cassetto delle canzoni rischia di farle andare a male o come minimo di renderle quasi obsolete ed inascoltabili all’artista stesso per un bel pò di tempo: da qui l’idea di iniziare a fare uscire dei singoli a 6 settimane uno dall’ altro e raggrupparli in EP tematici; successivamente tutte le canzoni verrano incluse in un album triplo che le porterà finalmente sul supporto fisico, vinile incluso.

Compositore, autore, cantante, tastierista atipico e produttore milanese, SirJo Cocchi finalmente realizza un vero e proprio progetto solista composto interamente di materiale originale, dopo più di 25 anni come sideman, produttore, autore e collaboratore di vari progetti. Influenzato all’ inizio da molti artisti Blues, Rock, Jazz, Soul e R&B (ha imparato la scala blues molto prima di quelle maggiori e minori), SirJo a 20 anni si è trasferito a Los Angeles a studiare musica al Musicians Institute e lí si é immerso nel suono di
James Brown, Sly & The Family Stone e Prince: ora sta mescolando tutte queste influenze in un sound che è un mix di vintage e moderno.

Come facevano alla Stax, Motown, Atlantic ed alla Hi-Records, le canzoni sono state registrate utilizzando la tecnologia più moderna ma nelle classiche modalità di una volta: una sezione ritmica affiatata in una stanza, con SirJo alle tastiere ed alla voce in regia ed i suoi fidati musicisti (Lucio Enrico Fasino al basso, Fiore Garcea alla batteria, Andrea Talarico alla chitarra) che mettono il groove. In questo primo EP anche le tracce di voce sono quelle cantate durante le sessioni originali con la band , cosa che é diventata abbastanza inusuale al giorno d’oggi. Le quattro canzoni che compongono questo primo Ep rappresentano, oltre che i quattro temi degli EP che seguiranno, l’esperienza di SirJo a New York City nella Primavera del 2016 e la varietá di influenze musicali a cui SirJo é stato esposto, all’inizio grazie alla collezione di vinili di famiglia – composta da una selezionata e significativa scelta di Blues, Classic e Prog Rock, Jazz, Cantautorato, Folk, New Wave e alcuni album ed artisti di difficile classificazione – e successivamente grazie a tutti i viaggi intrapresi in questi anni: musicali (per concerti o per esplorare luoghi e scene musicali) ed interiori, come il percorso con cui SirJo ha trasformato la sua mano sinistra in un “grande sesto dito” (con cui sul piano suona le note basse e crea groove) grazie alla sua dismelia, un disturbo congenito che causa la formazione non completa degli arti. Le versioni Naked (nude) incluse in questa versione estesa dell’Ep sono state registrate durante il lockdown (Aprile 2020): piano acustico e voce fanno sentire come queste canzoni sono nate e ci portano all’essenza del mondo sonoro di SirJo Cocchi.

Michele Capasso
assomiki@gmail.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.