Meta
WIL KEY – GOT SO FAR TO GO

Wil Key – Got So Far To Go

Oggi vi presentiamo il videoclip di Got So Far To Go, brano del produttore e polistrumentista Wil Key, dedicato a Black Lives Matter e alle proteste dell’ultimo periodo.

Sebbene negli ultimi giorni la questione razzismo sia un po’ scomparsa come trend da media e social media (almeno in Italia), The Italian Soul continua a cercare di tenere vivo l’interesse del proprio pubblico su temi che considera di fondamentale importanza. Lo fa oggi proponendovi il video musicale del brano Got So Far To Go di Wil Key, con i featuring di L. Young, Angela Coleman, Skyler Jordan e Laura Key, uscito lo scorso 19 giugno.


Wil Key è un cantante, produttore e polistrumentista con sede a Los Angeles, veterano assoluto degli studi di registrazione californiani (e non solo) con all’attivo decine di collaborazioni con nomi di spicco del mondo della musica black americana ed internazionale. Ovviamente Wil non disdegna di incidere anche la propria musica, tanto da avere all’attivo tre album: Satisfy My Soul (2009), But A Woman (2012) e Globetrotter: Side A (2018). Proprio da quest’ultimo è tratto Got So Far To Go, il brano protagonista dell’articolo di oggi. Esso non è quindi un nuovo singolo, come si potrebbe pensare, ma diventa quasi la colonna sonora di un breve cortometraggio realizzato in queste settimane in nome di Black Lives Matter e delle proteste dell’ultimo periodo.

Interessante come l’eclettismo di Wil Key vada oltre la musica: il musicista nativo del Kentucky, infatti, ha partecipato attivamente alla realizzazione del video, sia come (ovviamente) attore, che come regista/operatore video (insieme a Mitch Parks e Laura Key) e tecnico di post-produzione. Un lavoro a 360 gradi, quindi, dedicato agli uomini e alle donne che hanno dato vita alle proteste:

” Thank you to the men and women, my brothers and sisters, who ignited the revolution. Your death is not in vain. Your voice is not unheard.”

Grazie agli uomini ed alle donne, miei fratelli e mie sorelle, che hanno acceso la rivoluzione. La vostra morte non è vana. La vostra voce non è inascoltata.”

Michele Capasso
assomiki@gmail.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.