fbpx
Woman In Black Vol. 3

Woman in Black vol. 3

La forza delle donne a ritmo soul in Woman in Black vol. 3

E’ uscito recentemente, per l’etichetta Rising Time, “Woman in Black vol.3”. 5 brani in cui 5 tra le nuove più belle voci femminili italiane si mettono a nudo con le loro gioie, i loro dolori, le loro paure e il loro coraggio. 5 canzoni per condividere il potere della femminilità, tanto per citare Rachelle Ferrell e la sua “Sista”. La compilation, arrivata  al terzo volume e iniziata nel 2015, è curata dalla giornalista, esperta di musica e pianista leccese  ma bolognese di adozione Alessandra Margiotta. Lei si occupa anche di tutte le parti di piano a cui ha aggiunto un paio di pregevoli basi cucite per queste voci da alcuni dei più impeccabili produttori italiani contemporanei. L’opera inizia con la bella voce di Desi Mighali e la sua “Rivalsa”, in cui la vocalist salentina esterna la sua voglia di andare avanti nonostante tutto, come appunto canta in versi come “La donna è un guerriero per necessità…E’ un sollevamento pesi di continuo, giorni e mesi dimostrando parità…”. Combattere con coraggio e accettare nuove sfide è ciò che bisogna fare, continuare a non arrendersi per sé stesse e per gli altri. Grazie anche al tappeto musicale curato da Giuliano Conte.

Si prosegue con il reggae di “I Got The Blues” della bella voce italo-brasiliana Francisca Nesti, semplicemente Francisca. DJ Spike e JKob si occupano della produzione. Tanta classe anche in “I See You”, affidata alla graffiante voce salentina Veronica Lauryn  Moscara e alla produzione di Andy Tattoo, mentre “Forget You” è un efficace dub che ben si sposa alla voce soul di Valeria Quarto, aka Valeria UpBeat. Il brano esprime il desiderio di ricominciare dopo una storia deludente e si avvale dell’efficace base dei No Finger Nails.

Chiude la compilation “Sasso,Carta o Forbice”, cantata dalla vocalist bolognese Tiziana Andreoli e che tratta il tema della violenza, come per esempio lo sfregio del volto tramite acido. L’interpretazione sofferta e la base cupa e morbida (da parte del producer Vittorio) rendono bene il concetto. Ci troviamo di fronte ad un’opera compatta, un lavoro che dà voce a tutte le donne attraverso della buona musica che si muove tra soul, R&B, reggae e dub. Il tutto grazie alla supervisione della bravissima Alessandra Margiotta, giornalista freelance e critica di musica che ha collaborato con vari magazine, oltre che eccellente pianista e donna di grande sensibilità , attenta e acuta osservatrice dell’universo femminile. La scelta accurata delle voci  e dei produttori sono dei veri punti di forza di questa compilation, oltre che le tematiche trattate. Traspaiono anche forza e positività, i temi scelti non ricorrono a sterile retorica o produzioni patinate e tutto questo rende il lavoro ancora più interessante e scorrevole.

Francesco Favano

 

 

The Italian Soul TEAM
Info@theitaliansoul.com
2 Comments
  • Sonia
    Posted at 16:34h, 21 Giugno Rispondi

    Seguo the Italian Soul già da un pò ed ho appena finito di ascoltare questa raccolta di brani da voi proposta, non posso dire però che mi sia piaciuta molto. Musiche sentite e risentite e testi un pò banali e scontati. Cercavo qualcosa di nuovo ed interessante, ho visto un prodotto realizzato solo con voci femminili e mi sono incuriosita, visto che un tempo cantare era il mio sogno… Era meglio restare all’oscuro. Grazie comunque della segnalazione.

    • tisoul
      Posted at 01:05h, 26 Giugno Rispondi

      Ciao Sonia, grazie del tuo commento, per noi è importante avere un riscontro dai nostri lettori. Rispettiamo il tuo punto di vista proprio perchè il nostro blog è fatto di diversi autori che hanno idee e gusti diversi. Non esitare a commentare ancora per esprimere il tuo parere. Auspichiamo che la prossima volta tu sia contenta delle nostre proposte.

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.