Jazmine Sullivans HEAUX TALES

Jazmine Sullivan – Heaux Tales

Heaux Tales: Libertà e rivalsa raccontate da Jazmine Sullivan

Certe volte un disco deve crescerti un po’ dentro per poi capirlo del tutto, altre invece sono un’immediata sorpresa. E devo ringraziare Jazmine Sullivan per questa prima sorpresa dell’anno.
Dopo se anni dal suo ultimo album e dopo ben tredici anni dal suo strabiliante debutto, Jazmine torna a raccontarsi. Un nuovo volto, una nuova energia e con nuove storie personali, ma con la solita inebriante ed ipnotizzante voce con la quale si è fatta conoscere e amare la prima volta.

Il suo nuovo progetto è uscito da qualche settimana non riesco ad ascoltare altro. Così, su due piedi, trovo che l’unico difetto di questo album è che sia troppo breve, ma con la speranza che non sparisca nuovamente, resto fiducioso con la voglia di conoscere ancora e ancora di più.

L’album si chiama Heaux Tales, e significa letteralmente “Racconti da Cortigiane” con tanto di innuendo fonetico a Hotel, marcando ancor di più la direzione dei suoi rapporti raccontati nel disco, spesso anonimi e privi di legami, perdendosi tra le varie suite d’albergo.

Questo album è una seduta intima tra amiche che si condividono storie private trattando temi sensibili. E Jazmine ha scelto di non voler più parlare delle sue relazioni come fossero segreti di cui vergognarsi. Ascoltando questo disco sento libertà, ma non solo di espressione, libertà nelle scelte intraprese, al di là delle considerazioni e gli errori. In questo disco ci sono anche degli interludi di amiche e colleghe che raccontano alcune delle storie. Chi parla di quando è stata tradita, chi parla di quando ha tradito. Chi da la propria visione dell’amore e chi invece crede che “se gliela dai, ti darà tutto quello che vuoi”
Non è questione di stabilire chi ha ragione o meno, è proprio questo quello che Jazmine ha voluto innescare con questo progetto: la possibilità di presentarsi come meglio si crede, senza seguire canoni di gradimento o essere sempre sessualizzate per le proprie scelte e la propria mentalità.

Ho sentito il bisogno di raccontare le mie storie e quelle di altre ragazze, raccontarle al resto del mondo. A volte le storie di ragazze vengono silenziate e insabbiate e dobbiamo sempre presentarci in un certo modo, con una specifica compostezza e credo sia semplicemente schifoso e datato. Ognuno ha vissuto qualcosa di importante e passato qualcosa di non particolarmente semplice e frivolo ed è ok anche sperimentare e sentirsi libere per poi ritrovare la proprio strada senza essere giudicate.

Questa è una versione acustica della mia traccia preferita del momento, Pick Up Your Feelings. Heaux Tales è breve, ma veramente intenso. Questo è quello che vi consiglio questa settimana. Prestate attenzione ai particolari e traete le vostre considerazioni, oppure semplicemente ascoltate a cuore aperto.

Share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

On Key

Related Posts

the liquor store

The Liquor Store – Colossus

Montreal, Quebec, Canada: è qui che nasce The Liquor Store, band jazz-funk che ha appena pubblicato il suo secondo LP, Colossus Come sapranno i nostri lettori

funkadelic

Funkadelic – Maggot Brain

Nel 2021 il capolavoro dei Funkadelic Maggot Brain compie cinquant’anni, ma ancora oggi rimane un’opera estremamente attuale “Suona come se tua madre fosse morta”. Fu questa la